“Conoscere la piacevole prigionia della parola scritta
porta al non cercare la chiave d’uscita” 

Giu
Giu

Chi siamo

Il Ventonotturno è un associazione culturale che si occupa non solo di organizzazione eventi ma della creazione degli stessi. Lo staff sviluppa di proprio pugno testi e canovacci degli spettacoli per poi dare corpo al progetto in sinergia con il richiedente in base alle sue esigenze e alla location ospitante. Dispone di un proprio service tecnico/scenografico.

Le Location

Ventonotturno viaggia e si sposta di continuo. Entra e scopri i luoghi dove ci siamo esibiti fino ad oggi.

SCOPRI TUTTE LE LOCATION

Spettacoli

Amore, odio, comicità, dramma, delitti, coraggio, paura e follia. Questi solo alcuni dei temi dei nostri spettacoli.

GuARDA LE LOCANDINE DEI NOSTRI SPETTACOLI

Eventi recenti

La nostra storia

Una leggenda inizia sempre dal nome quindi cominciamo dalla parola Ventonotturno, dobbiamo risalire all’estate più calda della storia, quella del 2003 quando la temperatura raggiunse i 40 gradi, in quelle notti uno scrittore di nome Giù aveva da poco pubblicato la prima silloge di poesie e gli venne proposto di partecipare ad un concorso per poesie inedite, in quel momento nel cassetto ne erano rimaste tre ma la partecipazione richiedeva un minimo di otto testi, decise comunque di iscriversi in quanto normalmente l’improvvisazione di scrittura non gli era mai venuta meno ma accadde che l’afa era talmente tanta da arrivare a precludergli l’ispirazione, l’unico rifugio era la notte, ma quella fonda, quella dopo le quattro del mattino.

Quel tale usciva nel pieno buio raggiungeva mare o monti e iniziava a scrivere restando in auto, a quell’ora, l’ora che bacia le luci d’alba, si insinuava, tra i finestrini abbassati un filo sottile di vento leggero come una carezza di donna, quel tocco fresco lo portava a pensare “ecco il vento notturno” In quei brevi viaggi quel soffio divenne amica segreta, come un bacio rubato.

Arrivò il momento di inviare le poesie al concorso, occorreva un indirizzo mail, al momento di scegliere il nome tornò in lui quel ricordo di fresco che avvolgeva l’abitacolo, ma una mail non prevede spazi tra una parola e l’altra ed ecco la nascita di una parola unica…

ventonotturno che ancora oggi trovate scritto in modo anomalo, la leggenda nella leggenda ricorda che quell’uomo della notte a quel concorso vinse un premio…ma questa è un’altra storia, come quella che poi portò al nome di un locale e poi a quello di un’associazione che itinerando per l’Italia centrale trasporta il Ventonotturno